Hot-hatchbak, una sigla che delimita un segmento di mercato che sta via via sparendo nel corso della storia moderna dell’automobile. Resistono tuttavia delle piccole perle in questo segmento: Ford Fiesta ST è una di quelle, e questa è la nostra prova su strada del piccolo mostriciattolo della casa americana per eccellenza. L’esperienza diretta di come si vive day by day con un’auto del genere è qui sotto, godetevela, perché è stata una delle auto che più si sono migliorate nel corso del tempo.

Una hot-hatchbak fuori dalla pista

Fiesta ST si presenta in tutta la sua essenza sportiva: il colore che Ford ci ha assegnato è il Mean-Green che, ad un occhio esperto e uno più smaliziato, fa subito intendere l’arroganza di questo mezzo. i cerchi in lega da 18 fanno la loro figura sul mezzo che si completa con la classica griglia frontale a nido d’ape, dove spicca il logo rosso ST sulla destra, mentre in basso ci sono le prese d’aria dirette alle pinze dei freni anteriori. I fari con firma LED sia sopra che sotto racchiudono una nuova matrice di LED, grande novità da auto premium anche su una “piccola” e tendenzialmente economica Fiesta.

FIESTA ST

Sul posteriore non ci sono i fari LED, peccato, mentre la fa da padrone l’estrattore d’aria in basso, dello stesso colore della carrozzeria, completo di scarico a doppia uscita posto sulla destra di chi guarda. All’interno anche la piccola di casa Ford è cambiata: ci accoglie un batti-tacco FORD PERFORMANCE che già fa capire la natura corsaiola del mezzo, ma a fare le veci di quest’anima tutt’altro che tranquilla ci sono i nuovi sedili sportivi sviluppati dalla medesima divisione incisa sul battitacco. L’azienda ha lavorato duramente per restituire un sedile sia anteriore che posteriore studiato tanto per la pista quanto per la vita di tutti i giorni: incredibilmente comoda, la seduta si presenta con i classici stilemi sportivi, pelle misto tessuto rasato davvero confortevole e rigido al punto giusto con cuscino lombare regolabile tanto in altezza che in profondità, finanche l’estensione della seduta (anche quei elemento premium che fa la sua comparsa in quest’auto).

Volante in pelle sportivo con logo ST incorniciato dalla V in metallo che si aggancia alla parte superiore. In questo caso oltre al controllo di trazione non adattivo, troviamo il tasto Sport, che è una scorciatoia per la modalità che rappresenta. La novità tuttavia sta nel sistema full digital del contachilometri (lo stesso già visto sulla cugina Ford Puma che ha introdotto questa novità). Completa la plancia generale con lo schermo e il sistema Sync 3 ricco di elementi con Apple Car Play e Android Auto, tutti e due interfacciabili via cavo, ed in basso, sotto i tasti per l’aria condizionata, c’è la possibilità di scaldare il volante ed i sedili anteriori (sconsigliato in questo periodo dato che a Roma si superano facilmente i 30°).

FIESTA ST

Ford Performance

Come si comporta su strada Ford Fiesta ST? Egregiamente! Le migliorie rispetto alla scorsa edizione sono tantissime sotto al cofano e queste si traducono in maggiore stabilità e piacere di guida: anzitutto a muovere il mostriciattolo c’è un piccolo ma potentissimo 1.5L turbo da 3 cilindri (capace di farvi credere di essere un 4 cilindri, parola di chi vi scrive) reattivo e ricco di energia che sviluppa 200 cavalli a 6000 giri mentre la coppia (migliorata anche questa e si sente di brutto!) arriva a 290 Nm nell’arco che viaggia dai 1600 ai 4000 giri motore. La velocità massima secondo Ford è di 232km/h, mentre per quanto riguarda la nostra prova, abbiamo riscontrato un 227km/h ma è possibile che il motore fosse ancora “giovane” in quanto ci è stata consegnata con soli 600km effettuati, di conseguenza il motore aveva appena finto il rodaggio ed è certo che può dare di più.

Si possono toccare i 100km/h in 6,5 secondi che sembrano molto meno rispetto alla normalità grazie ad un nuovo sistema della scatola del cambio che in modalità Sport o Circuito coadiuva la cambiata elettronicamente, anche se si cambia all’effettivo manualmente, ma la sensazione che restituisce è quella di aver già cambiato mentre ci si sposta dalla seconda alla terza, per intenderci. Il nuovo sistema di cambiata rende il tutto non solo più divertente da vivere, ma anche più efficace, donando la giusta coppia alle ruote che finalmente sono incollate al suolo: ok stiamo parlando di una trazione anteriore ma ricordiamo bene quanto fosse facile perdere l’asseto con la “vecchia” ST mentre adesso l’auto consente di prendere curve a velocità da pista ed aprire il gas in tutta sicurezza (sempre in maniera progressiva) a metà traiettoria e farci uscire dalla curva in maniera pulita senza slittamenti di sorta. Un lavoro ottimo da parte del produttore.

FIESTA ST

Daily con grinta

La Ford Fiesta ST è un’auto diversa dalla sua omonima versione “normale”, capace di regalare forti emozioni sia in pista che in un contesto urbano: è versatile quanto la versione standard in termini di spazio sia per i passeggeri sia nel bagagliaio, certo non è un SUV, ergo non aspettativi di caricarci un divano, ma per andare in viaggio o fare la spesa c’è spazio a sufficienza, senza contare che nella versione che avevamo in dotazione era presente anche il vano porta ruota di scorta (un must-have per tutti i piloti a nostro avviso), ma se si volesse scegliere di portare con se il kit per gonfiare le gomme o di correre su delle run-flat allora lo spazio quasi raddoppia nel bagagliaio e questo è un’elemento di cui tenere conto.

In città è reattiva e scattante ed i consumi sono più che onesti: si passa da un 15km al litro se ci si comporta “bene” ovvero si rispettano i tempi di cambiata regolari e si evita di superare i 100km/h, mentre se si guida (come lei vorrebbe essere guidata!) in maniera corsaiola, si toccano facilmente i 9km a litro. Punti negativi negli interni, certamente il pomello del cambio, posto forse leggermente troppo in basso e con il materiale metallico incorniciato dalla pelle (per fortuna) diventa incandescente al sole e questo è davvero scomodo in un periodo primavera/estate. Per il resto, possiamo dirvi che il prezzo d’attacco della Ford Fiesta ST è di €29.900,00 e si arriva ad una punta che super di poco i €33.000,00 per il modello identico alla versione qui descritta. In sostanza se avete tra i 20 ed i 30 anni e cercate un’auto che nel week end potete portare in pista senza troppe pretese o cambi di assetto e gomme (che si, cambierete ma dopo l’uso) è possibile che Ford Fiesta ST faccia al caso vostro, e non resterete delusi.