La primissima auto a quattro porte e quattro posti nella storia della Ferrari è un SUV che non entrerà a gambatesa nell’offerta dell’azienda: la sua produzione annuale infatti è destinata a non superare il 20% del totale delle auto prodotte dall’intera azienda. La Purosangue a livello di prezzo, apre le sue porte al cliente disposto a spendere €390000,00 di base, una cifra considerevole data la concorrenza.

L’auto pesa 2033kg a secco nella versione base, è lunga 4,97m, 2,02m di larghezza per 1,58m di altezza ed un passo di 3,01m: numeri da supercaro ovviamente, forte del V12 che muove il tutto con una trazione integrale ottenuta grazie ad un sistema preso spunto dalla GTC4Lusso che monta un 4RM-S evo mentre sulla Purosangue si è optato per una Ptu (Power Transfer Unit) che dona alle ruote anteriori forza motrice direttamente dal motore dato che il cambio di fatto è sul retrotreno.

Una Ferrari alta e potente

L’idea alla base della Purosangue era quella di offrire una vettura capace di essere sportiva ma di restituire comfort, strabilità ed efficenza per renderla una perfetta compagna di viaggio. L’auto è alta ben 18,5cm da terra, il lavoro aerodinamico unito al sistema Transaxle è stato più che notevole in quel di Maranello. Il cuore di quest’auto è il V12 aspirato da 6,5 litri a carter secco, sigla F140|A che sprigfiona una potenza di 725 CV con 716 Nm di coppia che arriva al massimo a 8250 giri. Tutte le componenti sono specifiche per lei, non c’è alcuna derivazione: albero motore, pistoni, aspirazione, distribuzione e scarico sono per la Purosangue, mentre le testate arrivano direttamente dal gioiello Ferrari 812 Competizione. Se pensate che 8250 giri siano tanti per l’erogazione della coppia, sappiate che l’80% di quella forza è già disponibile a soli 2100 giri, forte di un cambio a doppia frizione automatico ad otto rapporti (meccanica ed elettronica dedicate, neanche a dirlo). Il sound, da sempre un vanto in Ferrari, è specifico: il lavoro di ingegnerizzazione su questo punto dell’auto è stato maniacale, forte del fatto che si devono rispettare certi standard di legge ma la Purosangue va oltre certi schemi e rispettando tutto e tutti, suona come non mai.

A questo punto la domanda che vi starete facendo è: quanto è veloce? Ebbene la Purosangue tocca i 100km/h da ferma in 3,3 secondi ed i 200km/h sono raggiunti in appena 10,6 secondi. Velocità massima? Per ora si assesta sui 310km/h ma sembrerenne che sia possibile spingeral oltre grazie agli optional che ne riducono il peso e ne aumentano la downforce. Un cavballo che si rispetti, merita dei ferri adeguati: l’impianto frenante della Purosangue è gestito con dischi da 398 mm anteriori e 380mm posteriori, impianto in carboceramica ovviamente: frena da 200km/h in appena 129 metri e se siete (più realisticamente) ad una velocità di 100km/h lo spazio d’arresto è di 32,8 metri. Completa la gamma degli ADAS: Adaptive Cruise Control, l’Automatic Emergency Brake System, l’Auto High Beam, il Lane Departure Warning, il Lane Keeping Assist, il Blind Spot Detection, il Rear Cross Traffic Alert e il Traffic Sign Recognition.

Pura e semplice

L’ingresso in vettura è favorito dalle porte definite Welcome Doors, con apertura a cancello, rimane comunque il montante centrale per permettere di aprire indipendentemente le portiere posteriori. Quattro posti singoli e no, non ci sarà modo di inserire un quinto passeggero, ne ora ne in futuro. Portabagagli da 473 litri, non il migliore della categoria SUV ma siamo pur sempre su una sportiva, cosa vi aspettavate? Manca totalmente uno schermo al centro del cruscotto che è simmetrico sia per il pilota che per il passeggero anteriore anzi, quest’ultimo ha davanti a se uno schermo da 10 pillici che gli consente di controllare diversi aspetti della vettura. Il contagiri centrale resta analogico, come da tradizione mentre il contachilometri è digitale ed è fornito come informazione sullo schermo da 16 pollici che incornicia il tutto. Non manca il cancelletto del cambio, che abbiamo apprezzato anche sulla Ferrari Roma, sebbene si parli di modelli automatici, l’idea di design è sempre all’avanguardia. La Purosangue è il riassunto di anni ed anni di lavoro su modelli sportivi, concentrata in un pezzo unico nel suo genere, tanto lontano dalla concorrenza quanto vicino alle esigenze di clienti che chiedono lusso, sportività e praticità.