MINI è da sempre un marchio che ispira: non a caso la piccola inglese è da sempre protagonista nei film, nella moda e nei video musicali essendo capace di raccontare e descrivere con il suo modo di essere, il tempo che passa. MINI è stata pioniera nel campo dell’elettrico e proprio con questo spirito d’innovazione e miglioramento ha deciso di coinvolgere un’eccellenza italiana che guarda lontano: la scuola di manga lucchese Lucca Manga School e di presentare una vettura celebrativa presso Lucca Comics & Games che si sta tenendo in questi giorni.

MINI ha da sempre a cuore la valorizzazione dei giovani talenti e quest’anno abbiamo scelto di collaborare con Lucca Manga School con un progetto che coinvolgerà gli studenti durante l’anno accademico 2022-23.

Ha dichiarato Stefano Ronzoni Head of MINI e per l’occasione della fiera la Direttrice Artistica della scuola di manga lucchese, Caterina Rocchi, ha utilizzato una vera MINI COOPER S ALL ELECTRIC marciante come una tela, dipingendo su quest’ultima un tema definito BIG LOVE dove l’artista ha immaginato due figure, una maschile e l’altra femminile a rappresentazione della natura per il primo e dell’elettricità per il secondo: i due si scambiano un gesto d’amore che collima sul cofano della vettura formando un cuore in parte composto da foglie ed in parte da elettricità a suggellare un sodalizio d’amore e rispetto.

Prendendo ispirazione dalla sottocultura Ita-Sha di appassionati di modding automobilistico in Giappone, ho creato due personaggi, uno per ogni fiancata, che si incontrano poi simbolicamente sul cofano nello slogan Big Love. Ita-Sha, scritto 痛車 racchiude i simboli di “dolore” e di “macchina”, il dolore è dato dalla quantità sovra stimolante di colori e dal cringe dei soggetti rappresentati, ma Ita-Sha, scrivendolo invece イタ車 è anche la macchina italiana. Ho inserito quindi l’estetica italiana, rendendo la mia interpretazione più elegante e digeribile rispetto alla Ita-Sha classica, attraverso un diverso utilizzo del colore che richiama i monocromatici manga più che l’animazione.

Ha spiegato la Direttrice ed artista in questo caso; trovate tutte le foto nella gallery qui sotto e se vi trovate in quel di Lucca in questi giorni, fate un salto ad ammirare il lavoro svolto.